WELCOME TO EUROPE

OXI! YA BASTA! ENOUGH! EDI BESE! Build another Europe

WELCOME REFUGEES

No one is illegal!

giovedì 6 aprile 2017

RATATA' FESTIVAL 2017



Sta per tornare la quarta edizione di Ratatà, il Festival di illustrazione, fumetto, editoria indipendente.

giovedì 16 marzo 2017

MarcheCazzoVaiElaborando


mar 28 / mer 29 marzo, dalle 18 alle 23


gli inglesi lo chiamano "brainstorming", alcuni francesi pazzarìelli virano verso il "cadavre exquis", noi preferiamo "fricandò" (al limite "frullatone")

in soldoni si tratta di riunirsi in una stanza, iniziare ad annusarsi, tastarsi, percepirsi (insomma conoscersi come si deve) e pian piano svuotare le tasche dei pantaloni -ma anche quelle dell'inconscio, frugando nei cellulari e nei portafogli mentre si inseguono folgorazioni momentanee o sincronicità fuggevoli, rimpallandosi talenti artistici (o presunti tali) sullo sfondo del quotidiano provinciale, raschiando memorie digitali e strizzando appendici mediali, intrecciando saperi sapori & savoir faire per poi [finalmente / fatalmente] gettare questa girandola di ingredienti su un tavolaccio rimediato nei pressi, frantumare / mescolare / agitare / shake(speare?)rare il tutto e vedere cosa ne vien fuori…

______S’È CAPITO?
di seguito riassuntino forbito per pigri e/o pedanti:
> una "jam session conviviale" di idee, immagini, parole & suoni finalizzata alla realizzazione di un "elaborato ibrido" da far esplodere a distanza di due giorni all'interno della serata "MarcheCazzoVaiAnticipando - Aspettando Ratatà 2017" [vedi http://bit.ly/2mmMdCT]

maestri di cerimonia:
Albert Figurt (per la parte narrativa e/o audiovisiva)
+ TommyGun Moretti & Jazz Manciola (per la parte grafica e/o fumettistica)

// max 18 partecipanti
/// offerta libera a partire da 5 euro

GIORNI e ORARI:
mar 28 / mer 29 marzo, dalle 18 alle 23 (laboratorio)
gio 30 marzo, dalle 18.30 ad libitum (condivisione risultati)

PER ISCRIVERSI: è sufficiente inviare una mail con oggetto "vengo anch'io" a noisetalgica@yahoo.it
PER INFO: 3282864252

- - - - - -

giovedì 30 marzo, dalle 18.30

MENU della SERATA
___a partire dalle 18.30___

> APERITIVO centrifugato
> MOSTRA delle tavole originali degli illustratori & fumettisti intervenuti nel progetto marchecazzico
> CONDIVISIONE degli esiti del LABORATORIO di NARRAZIONE
[vedi http://bit.ly/2n4vvwv]
> PRESENTAZIONE del libro con tanto di autori in carne & ossa
> CONCERTO/PERFORMANCE dei "The Deux Camillo Perazzoli"
[vedi http://bit.ly/2nAF1nL]

"MARCHECAZZOVIADICENDO?" è 
69 pagine di parole alternate a fumetti alternati a foto
22 teste ronzanti che per un attimo hanno ronzato in sincrono
4 mesi di lavorazione (+ 1 anno di postumi)
1.5 ore di lettura frizzantina garantita

salutato dalla critica come il libercolo definitivo per capire come funziona "quella marchigianità scivolosa che si annida dentro ciascuno di noi (e magari anche dentro gli Islandesi)", è un lungo e appassionante flusso di [in]coscienza da gustare tutto d'un sorso

per saperne di più venite alla presentazione - che qui c'è poco spazio per dilungarsi in dettagli, e poi onestamente chi è che legge davvero le descrizioni degli eventi faccialibrosi? suvvia!

CON L'EUROPA DELLE LOTTE PER UN'EUROPA DEI DIRITTI



Il 25 marzo i principali responsabili della catastrofe europea si ritroveranno per celebrare l’inizio del processo di integrazione segnato dai Trattati di Roma. Una Costituzione europea fondata su basi democratiche radicali e su diritti e welfare universali non esiste e non è mai esistita: l'Unione Europea si regge solo su trattati finanziari, sulla libera circolazione delle merci, sugli interessi di profitto ed i loro addentellati nazionali che operano all’interno dell'architettura comunitaria.

Noi il 25 marzo saremo a Roma per dire che l'Europa dei Trattati non la vogliamo, perché la nostra Europa è quella dei territori, dei diritti, della libertà, della ridistribuzione radicale delle ricchezze e dei poteri, che la nostra Europa è quella che abbatte i confini perché non vogliamo stare né dentro né fuori della fortezza, ma sopra le macerie delle sue mura.

Contro l'Unione Europea della finanza e dell'austerity 
Contro i nazionalismi e i muri della Fortezza Europa 
Con l'Europa delle lotte e dei territori autonomi 
Per un'Europa dei diritti, un'Europa senza confini

SABATO 25 MARZO, ORE 14.00 - PORTA SAN PAOLO
ROMA - MANIFESTAZIONE NAZIONALE CONTRO IL VERTICE UE

I Centri Sociali delle Marche organizzano la partecipazione.
Per informazioni e prenotazioni pullman: tel 3381463081 - email info@glomeda.org


martedì 21 febbraio 2017

EXPANDED VISIONS FESTIVAL 2017


Sabato 4 marzo 2017 torna al csa SISMA di Macerata la quinta edizione di EXPANDED VISIONS Festival!

Ecco il programma completo:

- sala Analogica
AndG A/V live set

- sala Digitale
TALE§ Djs + Rorschach - Visual & Music Project

- sala Chillout
Installazione collettiva con Kanaka project - Keun Kindred VJ - VJ Elettra V&V Style - Q2 Visual - videosolid - Jesitaly - VisualBoy - 14c0 - Luca Agnani Studio - Omino69 - takehiko - visualCircus dVision

csa SISMA & Antica Proietteria
www.csasisma.org - www.anticaproietteria.it



venerdì 20 gennaio 2017

Un viaggio che non promettiamo breve - Venerdì 3 febbraio 2017


Wu Ming 1 presenta il suo ultimo libro sui 25 anni di lotte No Tav: Un viaggio che non promettiamo breve

giovedì 15 dicembre 2016

DON PASTA per le ‘‘terre in moto’’ - Venerdi 16 dicembre alle ore 19:00

DON PASTA per le ‘‘terre in moto’’

venerdì 9 dicembre 2016

Baretto special edition. Venerdì 23 dicembre 2016




A long record selection by

LOW.E
Sorry for this records

Visual Marco Di Battista

giovedì 24 novembre 2016

Non c’è nessun post-terremoto. Rapporto dalle Marche che non fanno più notizia


Il nostro intervento sul blog del collettivo Wu Ming GIAP

Cena Sociale + Sisma Baretto - Sabato 3 dicembre 2016

Sabato 3 Dicembre
Cena Sociale CSA Sisma
+
Sisma Baretto con Sweet Teddy Super Soul

lunedì 7 novembre 2016

Il terremoto e il diritto di scegliere


Foto: corriere.it

Un evento così improvviso e dirompente come il sisma che ha colpito le popolazioni di Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo obbliga a misurarsi con un tempo e uno spazio totalmente diversi da quelli ordinari.
 Il terremoto così come squarcia la terra sconvolge le nostre abitudini e relazioni quotidiane, costringendoci nel bene e nel male a vivere e pensare un senso diverso dello stare insieme. Il pericolo è rifugiarsi nelle solite narrazioni che fissano l'appartenenza ad una comunità nei limiti dei confini amministrativi, creando divisioni inutili e dannose tra comuni, province, regioni, territori che stanno vivendo la stessa difficile situazione. Sarebbe molto più utile invece capire ed osservare in profondità che in momenti drammatici come questi è la differenza tra ricchi e poveri che si mostra nella sua nudità.